Se sei atterrato su questo articolo o sei un aspirante venditore online che vuole impiegare il cms Prestashop o sei uno sviluppatore adirato che pensa che questo post voglia incentivare il fai da te e farti perdere clienti.

Faccio una prima premessa, davvero breve, su quelle che sono oggi le opzioni più usate per la creazione di un sito web e-commerce. Oggi la maggior parte degli e-commerce impiegano:

  • Prestashop
  • Magento
  • WordPress con WooCommerce o con altri plugin

 

Ritengo Prestashop il miglior compromesso, perciò ho deciso di dare una mano scrivendo questo post e raccontando in modo semplice, banale e amatoriale come puoi avere un tuo negozio online con Prestashop. Anche senza rivolgerti a un consulente o a uno sviluppatore.

Ti faccio una seconda premessa, che potrà esserti davvero utile. Oggi delegare la progettazione e creazione di un sito web e-commerce costa molto meno rispetto agli anni passati.

In più oggi la progettazione e la creazione del sito web non bastano per avere un e-commerce di successo, cioè uno shop online che remuneri gli investimenti e generi utili reali.

Si, non bastano perché un sito web bello e funzionale (si parla di web UX) necessita di traffico, non traffico qualsiasi, ma traffico di utenti che entrino e che siano il più possibile interessati a ciò che vendi.

 

–> Stai valutando se avviare il tuo shop online? Non trascurare anche questi 2 aspetti del tuo progetto, aspetti dei quali ti parlo nei posts: Come un corriere può farti fallire: la logistica nell’e-commerceCome la registrazione obbligatoria degli utenti fa perdere clienti agli ecommerce. <–

 

Ipotesi molto banale ma abbastanza facile da trovare nella realtà:

  1. puoi avere un tasso di conversione del 1,5% sul tuo e-commerce, cioè un cliente e mezzo che compra ogni 100 accessi al tuo sito web.
  2. Ma devi portare 100 utenti sul tuo sito web, e per farlo hai necessità di investire (previa strategia di marketing) su strumenti come Google Adwords o Facebook.
  3. Su Google Adwords puoi arrivare spesso a spendere € 1,5-€ 2,00 a click. Quindi se tutto il traffico è a pagamento, avrai da investire € 150 – € 200 al giorno se ti poni come obiettivo di avere un cliente e mezzo al giorno. Senza considerare ovviamente il costo del lavoro di un consulente web marketing che crei e gestisca le campagne.

In questo modo voglio chiarire nello specifico il concetto che

oggi non puoi pensare che ti basti risparmiare sullo sviluppo del tuo sito web e-commerce per avere un negozio online di successo ma quella è solo una delle componenti di costo.

Terza premessa e poi ti racconto come crearti il tuo e-commerce con Prestashop senza bisogno di un consulente. Quando paghi un consulente paghi le sue di vita, il suo tempo. Quanto vale il tuo tempo? Creando un sito web da te, quante ore di vita ti sottrai? Quante ore sottrai al tuo lavoro? Dai un valore numerico in euro alle tue ore prima di decidere se fare da te o se scegliere di delegare.


Vuoi imparare a fare e-commerce per lanciare o migliorare il tuo negozio online? Inizia subito a formarti con il mio Video Corso Online di E-commerce per Imprenditori e aspiranti Imprenditori. Segui le lezioni dove vuoi e quando vuoi. Garanzia 30 giorni soddisfatto o rimborsato. Scopri di più sul mio corso >>


Ora vado a spiegarti come creare in autonomia il tuo e-commerce con Prestashop.

Cosa non ti serve sapere per replicare quanto scritto in questo articolo:

  • nessun codice di programmazione
  • nessuna conoscenza di database
  • nessuna conoscenza in materia di web server

Ingredienti utili per raggiungere l’obiettivo oggetto di questo post:

  • circa € 90
  • un hosting affidabile con il cms Prestashop preinstallato

1) Che cos’è Prestashop?

Creare un e-commerce con prestashop

<< PrestaShop è un CMS open source utilizzato per realizzare siti di commercio elettronico.

Nasce nel 2007 e, a differenza dei CMS più “generici” diffusi all’epoca della sua prima release (WordPress e Joomla!), Prestashop è interamente pensato per lo sviluppo e la gestione dell’e-commerce.

I temi Prestashop sfruttano il motore di template Smarty, il quale permette una netta separazione tra contenuti, grafica e programmazione. Grazie a questa impostazione, il web designer può occuparsi della grafica del sito lavorando sui file di template e CSS, mentre il developer può intervenire sui files PHP (difatti la documentazione ufficiale è divisa in due sezioni ben distinte, una per i web designer ed una per gli sviluppatori).

L’interfaccia utente semplice e intuitiva, e il sistema modulare (per implementare una funzionalità basta installare il relativo modulo), hanno reso Prestashop uno dei CMS per l’e-commerce più diffusi e utilizzati sia dai professionisti sia dai neofiti.

Attorno a Prestashop c’è una comunità molto attiva, soprattutto in Francia e in Spagna, che contribuisce al costante miglioramento del software e allo sviluppo di moduli per implementare sempre nuove funzionalità. È tradotto in varie lingue. Prestentazione di Prestashop tratta da Wikipedia >>

 

2) Cosa permette di fare Prestashop?

Prestashop nasce per rispondere alle esigenze specifiche di chi vuole vendere online. Quindi non per il classico sito web aziendale, per un blog o per un magazine online dove invece è consigliabile impiegare un cms come WordPress.

Tutto il pannello di gestione dei contenuti (backend) di Prestashop mette in primo piano il catalogo e l’aggiunta dei prodotti, i clienti e la gestione dei pagamenti e delle spedizioni.

Anche grazie ai tanti plugin (aggiunte) disponibili nel marketplace Prestashop puoi spaziare nei contenuti integrando un blog, una newsletter o usare il tuo sito web come sito aziendale tradizionale. Mettendo in primo piano le pagine informative e di contatto.

Inoltre Prestashop ti permette anche di creare un marketplace, cioè un sito “madre” che ospita altri negozi al suo interno. Ci sono 2 “mode” in crescita negli ultimi anni in campo e-commerce: l’impiego del dropshipping e il marketplace.

 

3) Serverplan come hosting affidabile per creare e-commerce con Prestashop

Serverplan per il tuo e-commerce Prestashop

Con questo Blog e con il Progetto E-commerce per imprenditori mi rivolgo agli imprenditori e non ai consulenti esperti in materia per questo non voglio dare nulla per scontato.

Se ti stai chiedendo: “si ma cos’è un hosting?” ecco la risposta:

Web Hosting su Wikipedia  << In informatica si definisce hosting (dall’inglese to host, ospitare) un servizio di rete che consiste nell’allocare su un server web le pagine web di un sito web o un’applicazione web, rendendolo così accessibile dalla rete Internet e ai suoi utenti.

Tale “server web”, definito “host”, è connesso ad Internet in modalità idonea a garantire l’accesso alle pagine del sito mediante il web browser dell’host client dell’utente, con identificazione dei contenuti tramite dominio ed indirizzo IP. Il servizio può essere gratuito o a pagamento, tipicamente a qualità maggiore nel secondo caso. >>

In sostanza quando vai ad aprire un negozio online compri un pacchetto, nel caso specifico che ti vado a suggerire, compri un pacchetto dove hai il servizio di hosting con dominio, database e tutto quanto necessario ad andare online.

Trovi ServerPlan accedendo a www.serverplan.com

Di seguito ti spiego cosa offre questo servizio di hosting e i prezzi dei servizi.

 

4) Hosting Linux ottimizzato per Prestashop e i pacchetti ServerPlan con installazione automatica:

Pacchetti hosting Prestashop Serverplan

ServerPlan ha diversi tipi di hosting con prezzi diversi, per evitarti di fare confusione vediamo insieme quelli a te più utili.

L’hosting ServerPlan con installazione automatica ha dei pro e dei contro, ma permette di andare online rapidamente senza essere un esperto.

Puoi scegliere tra 4 pacchetti differenti con prezzi a scalare. Se stai iniziando e non ti aspetti un traffico superiore ai 100.ooo accessi al mese, ti consiglio di scegliere il pacchetto “Startup” con 69€ + Iva all’anno.

Perché non ti consiglio il pacchetto “Starterkit” da € 24+Iva? Perché in quel pacchetto ti occorre installare manualmente il tuo Prestashop. Invece l’obiettivo di questo post è di guidarti verso un’installazione automatica e semplificata. (I prezzi sono aggiornati alla data di creazione di questo post e potrebbero subire variazioni).

Contro: uno dei contro della soluzione che ti consiglio riguarda la versione di Prestashop preinstallata. Se non sei un esperto in materia potrà sembrarti difficile, non ti preoccupare è normale. In sostanza vengono rilasciate periodicamente nuove versioni dei software cms quali Prestashop, queste non sono sempre perfette e posso avere dei problemi ad alcune funzionalità o per alcuni plugin, nelle versioni preinstallate trovi spesso l’ultima versione. Per questa ragione molti esperti consigliano di optare per l’installazione manuale e non preinstallata.

 

5) Configurazione e installazione

L’installazione di Prestashop è un percorso guidato semplice ed intuitivo. Segui gli step indicati compilando tutti i campi obbligatori. Scegli il nome del tuo negozio online possibilmente in un’ottica SEO friendy e senza ambiguità con altri brands o siti web omonimi.

Completata l’installazione potrai iniziare a comporre il tuo e-commerce con Prestashop.

6) Aggiunta dei prodotti in catalogo

Immagine 1
Immagine 2
Immagine 3

Come puoi vedere dalle immagini qui sopra. Il percorso di creazione del catalogo su Prestashop è articolato in questo modo: categorie > sotto categorie > prodotti. Per questa ragione ti consiglio di immaginare e disegnare da prima il tuo shop online organizzandolo come una mappa. In modo che poi la creazione sia più rapida.

Il data entry: molte web agency ancora oggi vendono soluzioni e-commerce che comprendono solamente un software collegato a un gestionale, il tutto chiedendo importi tra 15 e i 20 mila euro. Ma in queste soluzioni spesso non sono previsti due aspetti molto importanti e costosi anche in termini di tempo da investire, questi sono il data entry (aggiunta dei prodotti in catalogo) e il marketing. Vi assicuro che aggiungere centinaia o migliaia di prodotti da zero può essere davvero molto impegnativo, motivo per il quale questa fase ha un costo spesso elevato.

Esiste un’ulteriore opzione, si tratta della migrazione del catalogo. Qualora volessi migrare il tuo sito web e-commerce verso Prestashop puoi esportare il catalogo di prodotti e importarlo su Prestashop. In questo modo risparmierai tanto tempo.

 

Conclusione finale:

Quanto vale il tuo tempo? Questo articolo propone una soluzione fai da te ma quando attui il fai da te fermati un istante a pensare. E rispondi a questa domanda: quanto vale il tuo tempo?

Molti aspiranti imprenditori del web vivono spesso queste 2 fasi: (1) indagine di mercato per scoprire quanto gli può costare delegare la creazione del progetto e-commerce, (2) affermare “mi costa troppo” provo il fai da te e risparmio. Non avendo mai avviato un negozio online non hanno idea del tempo necessario, e non danno alcun valore al loro tempo. La differenza tra delegare e fare da sé consiste nel calcolare quanto tempo dovrai investire e quanto vale ogni ora del tuo tempo.

Approfondimenti esterni al Blog:

Al prossimo post!

Spero che questo post ti sia stato utile. Passare dalla teoria alla pratica ti renderà tutto più semplice, e se hai dubbi scrivi un commento qui sotto.

> Aiutami a far crescere questo blog e il progetto e-commerce per imprenditori condividendo questo post sui social.