Hai un negozio on-line in continua crescita e vuoi assumere un e-commerce manager? Cerchi un consulente esterno esperto in e commerce? Questo è il post giusto per te se non sai esattamente cosa fa l’e commerce manager o se vuoi capire come questa figura ti può aiutare a migliorare il tuo business.

realizzazione-ecommerce

Guardando al mercato del lavoro degli ultimi 20 anni, tra le nuove professioni digitali, quella dell’e-commerce manager o e-commerce specialist non è tra le più nuove. Anche se negli ultimi 2-5 anni questa posizione si è collocata tra le più ricercate e tra le più pagate.


+++Sei un amante della lettura? Se stai cercando un libro che ti spieghi nel dettaglio il ruolo dell’e-commerce manager clicca qui, perché ne abbiamo uno perfetto per te.+++


Essenzialmente possiamo trovare 3 tipi di e-commerce manager:

  • il titolare dello shop online, solitamente di piccole o piccolissime dimensioni, che gestisce la propria attività a 360° ricoprendo spesso più ruoli o tutti;
  • il consulente e-commerce esterno al quale l’azienda, titolare dello store online, delega la gestione e la strategia dell’e-commerce
  • il dipendente assunto in azienda come e-commerce manager o specialist con contratto part-time o full time in base al lavoro necessario, al volume di vendite e agli altri ruoli di livello inferiore presenti in azienda.

Come si diventa e-commerce manager?

Quando si parla di una professione spesso c’è una domanda ricorrente: ma serve la laurea per fare questo lavoro? In questo caso: “serve una laurea per fare l’e commerce manager?”.

crescita_ruolo_ecommerce_manager

Negli ultimi anni in Italia sono nati dei corsi di laurea più o meno specifici per questo ruolo, con notevole ritardo rispetto ad altri stati. Si tratta principalmente di lauree specialistiche o di master in università pubbliche o in università private.

Ecco i principali i corsi universitari o para universitari legati alla figura dell’e-commerce manager:

⇒⇒ Ne parlo nel post: La formazione e-commerce oggi in Italia

Come accade in tutte le professioni, la vera difficoltà sta nel passare dalla teoria alla pratica. Così accade per la figura dell’e-commerce manager che può formarsi con una laurea o da autodidatta, ma sarà fondamentale mettere in pratica quanto appreso con dei tirocini di almeno 6-12 mesi o con un progetto proprio.

Le dinamiche di un negozio on-line non sono valutabili in pochi giorni o in un paio di mesi, ma occorre tempo e pazienza. Gli esperimenti e i test hanno un ruolo fondamentale, e per valutare il risultato occorre avere una quantità di dati sufficiente.

Mi piace sempre vedere e proporre altre fonti online attinenti all’interno dei post. Ecco alcuni articoli che potresti trovare interessanti:

Quanto guadagna un e-commerce manager?

Sempre più aziende stanno capendo che il proprio e-commerce necessita di personale dedicato proprio come per un negozio fisico. E non sempre trovano facilmente degli specialisti in e-commerce, per questa ragione gli stipendi promessi continuano a salire.

Lo stipendio netto: dai € 1.500 ai € 5.000 netti al mese + eventuali bonus e benefit.

Commisurato agli anni di esperienza e al know-how specifico, si parte da un neolaureato post-tirocinio, per arrivare a un junior e poi a un senior con 10-12 di esperienza. Ad esempio le aziende del settore moda/abbigliamento danno priorità ai manager che hanno già esperienza in questo settore.

Bonus e benefit:

  • l’inclusione delle spese di formazione e aggiornamento,
  • partecipazione agli utili e alla crescita dello store online.

Cosa si richiede più spesso nel curriculum del candidato:

  • alto livello di lingua inglese,
  • laurea,
  • esperienza pregressa.

 

Salva questo post tra i preferiti e torna a trovarci (oppure iscriviti alla mailing list). Sto completando il post con ulteriori contenuti.